Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie

Viste le numerose email di stima nel lavoro che ho fatto e di richiesta per non chiudere il sito, ho deciso di provare per un altro anno, ci saranno alcuni cambiamenti. Come ogni anno di questi tempi vi chiedo un aiuto per le spese di gestione della piattaforma (per chi può), basta cliccare sul banner in ogni pagina e fare una donazione. Ai moderatori ed agli utenti più bravi chiedo il solito aiuto nel forum per gestire gli utenti meno bravi di loro. Per scaricare gli schemi non sarà più necessario avere dei punti e vedrò di procurarmi dei filmati che possano servire alle riparazioni. Grazie e Buon 2017 a tutti.  Magur                  

Stampa

Problema all’ hard disk – Diagnosi e soluzioni del guasto

Scritto da Magur. Postato in Ricerca Guasti

Su questo argomento la rete è piena di consigli e soluzioni ma visto che è un componente fondamentale nei portatili, voglio dare qualche breve indicazione anch’io.

L’hard disk è un componente costituito da due parti, una elettrica ed una meccanica e quest’ultima è purtroppo la parte più delicata e che si rompe più facilmente.
Un disco rigido con la parte meccanica guasta è praticamente da buttare, non illudetevi di recuperare qualche dato a meno di un miracolo, per questo motivo è molto consigliato fare dei backup, almeno per i documenti e le foto personali, questo vi eviterà di spendere quasi 1000 euro per recuperare le foto dei vostri figli (dalla nascita alla comunione), come è successo ad un mio cliente qualche anno fa. ;-)
Fate attenzione, anche se il notebook è nuovo, il disco potrebbe rompersi dopo un giorno di funzionamento, quindi non abbassate mai la guardia e soprattutto evitate di:

  1. Far lavorare troppo il disco come nel caso di portatili vecchi che usano swappare molto sul disco per recuperare memoria
  2. Utilizzare per troppo tempo il notebook sulle ginocchia o nel letto per evitare che internamente raggiunga temperature troppo alte e di conseguenza stressi troppo il disco
  3. Spegnere il portatile tenendo premuto il tasto di accensione per più di un tot secondi, spegnete sempre tramite l’opzione “spegni computer”.

Questa ultima manovra è estremamente deleteria per la vita dell’hard disk in quanto in questo modo si interrompe di colpo la sua alimentazione elettrica mentre i piatti interni girano ad alta velocità e le testine stanno “volando” su di essi, in questo caso le testine potrebbero cadere sui piatti mentre girano e potete immaginare il danno che può provocare, nella foto qui sotto potete vedere l’effetto di quello che vi ho spiegato, la riga che vedete sul piatto è il danno provocato.

Hd crash

Quindi se sentite un rumore meccanico cadenzato tipo “clak-clak” è inutile provare a collegarlo ad un altro portatile, mettetelo in un box esterno e provate a vedere se riuscite a recuperare qualcosa, meglio se pochi file alla volta.

Potrebbe anche capitare che il disco si guasti progressivamente e qui ci viene in aiuto la tecnologia SMART, per i più curiosi vi rimando a wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Self-Monitoring_Analysis_and_Reporting_Technology
Questa funzione presente in tutti gli hard disk, è una specie di autodiagnosi che il disco comunica al pc, normalmente è sempre abilitata, alcune volte invece è abilitabile separatamente da BIOS.
L’hard disk si autocontrolla e comunica al pc il proprio stato di salute all’accensione, quindi se sul portatile prima che parta il sistema operativo vedete questo messaggio <<S.M.A.R.T. Status Bad, Backup and Replace>> , comprate un disco nuovo, fate subito una copia del vecchio su quest’ultimo ed inseritelo nel notebook. Se proprio siete dei pignoli oppure volete andare sul sicuro, scaricate qualche programma gratuito che verifica questi parametri e guardate da windows la salute del vostro disco.

Potrebbe succedere che il disco non fa rumore ma non viene riconosciuto dal bios, è probabile che si sia guastata la schedina elettronica che viene montata sopra, la potete vedere in foto, i componenti sono dall’altro lato.

elettronica

Procuratevi un disco IDENTICO, quindi stessa marca e stesso modello e con un cacciavite “torx” cambiate solo la parte elettronica, incrociate le dite e ricollegatelo.

Se il vostro problema è solamente la perdita accidentale di dati perché per sbaglio li avete cancellati, cercate in rete, vi sono numerosi programmi gratuiti per il recupero. L’ideale sarebbe togliere immediatamente l’hard disk dal notebook e metterlo in un box usb esterno per evitare di andare a sovrascrivere nelle zone impegnate e rendere impossibile il recupero da parte del software, in alternativa scegliete un programma che parte da cd e tentate il recupero dei dati in questo modo.

In definitiva NON sottovalutate l’importanza dell’hard disk in un portatile, i vostri dati sono tutti conservati lì sopra ed una volta persi non sono più recuperabili se non da ditte specializzate che si fanno pagare molto bene in quanto dotate di attrezzatura (camera bianca) per poterli aprire, togliere i dischi e montarli su un apposita macchina per recuperare tutti i dati.

Per problemi e domande potete utilizzare come al solito il forum, se vi è piaciuto questo articolo cliccate sul pulsante "g+1" che vedete in fondo, in questo modo sarà più visibile agli altri cibernauti. Grazie

Magur

Collegati o registrati per inviare un commento.