Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Elettronica e acqua non sono mai andati d'accordo, se siete del mestiere capita sovente di trovarsi di fronte a notebook, macbook o smartphone a cui accidentalmente sono stati versati sopra liquido come acqua, caffe, latte e succhi di frutta. In questi casi

quando il liquido entra nel dispositivo e viene a contatto con la scheda elettronica corrode e ossida le varie saldature che possono portare a ponti e cortocircuiti.

 

Per eseguire la riparazione diventa necessario utilizzare una macchina a ultrasuoni che attraverso gli ultrasuoni e ai liquidi di pulizia specifici è in grado di eliminare ogni traccia di ossidazione.


Per procedere con una corretta riparazione dopo aver smontato il dispositivo occorre come prima cosa effettuare una ispezione visiva della scheda logica per capire quali sono le aree piu danneggiate sulle quali eventualmente intervenire dopo il lavaggio andando a sostituire i compotenti non piu funzionanti.

Dopo avere ispezionato attentamente il pcb prendendo nota dei difetti piu evidenti si effettua il lavaggio vero e proprio utilizzando una vasca ad ultrasuoni e una soluzione che puo essere composta da alcool isopropilico o da specifici additivi creati appositamente per la pulizia dei pcb (attenzione a risciacquare la scheda se si utilizzano gli additivi), il pcb non deve mai toccare il fondo della vasca e deve rimanere immerso dai 3 ai 5 minuti per lato ripetendo il processo nel caso siano ancora visibili ossidazioni.

Finita la pulizia e dopo avere atteso la completa asciugatura, si passa a controllare le zone precedentemente annotate e verificare con l 'aiuto di un tester le condizioni delle varie saldature e dei componenti.

Fatto ciò non ci rimane che provare a dare corrente e verificare in che situazione ci troviamo, nella buona parte dei casi la pulizia a ultrasuoni è sufficiente per fare ripartire il dispositivo, in caso contrario sara necessario ricontrollare il pcb alla ricerca del guasto.

Considerato che non tutti dispongono di una macchina a ultrasuoni l'alternativa migliore per eseguire la pulizia della scheda madre è con l'utilizzo di uno spazzolino e dell'alcool isopropilico, sfregando lo spazzolino sulle superfici ossidate in maniera decisa facendo attenzione a non rovinare i componeti saldati.