Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

In questo articolo vi parlerò di come modificare la funzionalità della ventola del dv2000, dv6000 e dv9000.

Questa modifica a mio avviso si rende necessaria per tenere più bassa la temperatura interna del portatile e quindi evita l'eccessiva temperatura del Bga Nvidia con conseguente distacco delle saldature, per maggiori informazioni leggete questo articolo: problema guasto dv2000 dv6000 dv9000
La controindicazione a questa modifica è che la ventola resta sempre accesa anche se a velocità ridotta di circa il 40%, il rumore comunque resta nei limiti della sopportazione :-)
Per il resto non mi è mai capitato di avere guasti della ventola per questa modifica, ne accumuli eccessivi di polvere. 
Se avete problemi nello smontaggio del portatile potete cercare le guide su youtube, una è questa http://www.youtube.com/watch?v=0P-ltM18Qzc
Dopo lo smontaggio siamo arrivati al connettore della ventola che sarà come questo in foto:
ventola dv6000 2
Sono presenti 4 fili: Giallo (report velocità) - Nero (massa) - Bianco (controllo tachimetrico) - Rosso (+5V)
La modifica è descritta in questa immagine:
mod ventola
1) togliere la guaina dai fili del cavetto che parte dalla ventola
2) tagliare il filo Bianco (nel disegno in azzurro)
3) tagliare il filo Rosso
4) inserire un diodo tipo 1N4007 in mezzo al filo Rosso, fare attenzione alla polarità, la fascia bianca deve essere rivolta
verso la ventola, se la sbagliate non funzionerà

Inoltre è vivamente consigliato di sostituire la pasta dissipante del processore ed interporre tra il chip Nvidia ed il dissipatore un pad termico di 12x12 mm (eventualmente sostituitelo se è già presente) perchè esso non combacia perfettamente con la superfice del chip video.
ventola dv6000

pad termico
A questo punto se siete alle prime armi, prima di chiudere completamente il notebook, collegate l'alimentazione e provate che la ventola funzioni.
Per qualsiasi dubbio o problema scrivete nel forum, buon lavoro.



Magur