Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie

Viste le numerose email di stima nel lavoro che ho fatto e di richiesta per non chiudere il sito, ho deciso di provare per un altro anno, ci saranno alcuni cambiamenti. Come ogni anno di questi tempi vi chiedo un aiuto per le spese di gestione della piattaforma (per chi può), basta cliccare sul banner in ogni pagina e fare una donazione. Ai moderatori ed agli utenti più bravi chiedo il solito aiuto nel forum per gestire gli utenti meno bravi di loro. Per scaricare gli schemi non sarà più necessario avere dei punti e vedrò di procurarmi dei filmati che possano servire alle riparazioni. Grazie e Buon 2017 a tutti.  Magur                  

Stampa

Alimentatore Caricabatteria

Scritto da Magur. Postato in Consigli

Voglio fare una premessa, mi è capitato parecchie volte sia vendendoli in negozio sia parlandone con qualche novello riparatore, di spiegare quello che sto per scrivere, la domanda era sempre la stessa : se il mio vecchio alimentatore/caricabatteria è da 70 Watt, non è che con uno di potenza (in Watt) superiore mi si rompe il portatile ?

Chi come me ha conoscenze di elettrotecnica o elettronica, sorriderà a questa domanda sapendo che questo "principio" segue la legge di Ohm, cercherò di spiegare questa legge con un paragone.

Un qualsiasi oggetto che utilizza elettricità ha una propria resistenza; pensiamo ad una lampadina da 100 Watt, questa è alimentata sempre a 220 Volt ma pur avendo in casa una disponibilità complessiva di oltre 3,3 KWatt (limitata dal contatore), questa non si rompe quando la colleghiamo all'impianto, questo perchè in funzione della propria resistenza la corrente che assorbe per accendersi sarà sempre uguale indipedentemente dalla portata del vostro contatore.

Nel caso di un pc portatile il principio è identico, la sua resistenza minima (dipende anche dallo stato di carica della batteria) è sempre identica, quindi la corrente massima assorbita sarà sempre indicata sull'etichetta sotto al portatile così come la tensione a cui va alimentato, quindi se la tensione è 19 Volt e la corrente assorbita è di 4 Ampere, per la famosa legge di Ohm la potenza minima richiesta sarà 19(V) x 4(I) = 72 Watt

In definitiva un qualsiasi alimentatore universale con tensione di 19 Volt e potenza maggiore di 72 Watt potrà sostituire il nostro alimentatore guasto.

Un ultimo consiglio, avrete certamente notato che il vostro alimentatore originale scaldava molto, questo perchè per motivi di costi i produttori tendono a non sovradimensionare gli alimentatori che quindi lavorano sempre vicino al loro limite, questo porta a stressare termicamente i componenti interni e a ridurre la durata degli stessi con la conseguente rottura. Un alimentatore sovradimensionato lavorerà a temperatura inferiore e quindi durerà mediamente di più rispetto al precedente.

Se ti è piaciuto questo articolo clicca sul pulsante "g+1" che vedi in fondo, in questo modo lo renderai più visibile agli altri cibernauti. Grazie

Magur

Comments   
  •  
  •  

#7 Magur » 2015-02-25 08:32

La tua osservazione è ragionevole ma io intendevo la potenza del contatore,
questo mi serve per far capire anche a chi è proprio a digiuno. Faccio la correzione. Grazie

Magur

  •  
  •  

#6 mariobike » 2015-02-24 23:39

Assolutamente esaustivo, qualcuno capirà qualcosa in più.
Però aggiungerei qualcosa, la frase: indipendentemen te dalla potenza applicata, credo sia impropria.
Tu non applichi potenza, ma una tensione e circola una certa quantità di corrente proporzionale alla richiesta stessa e alla propria resistenza, quindi la potenza semmai, la assorbi.

mariobike

  •  
  •  

#5 autospillo » 2014-08-24 21:49

Grazie che ci regali la tua esperienza speriamo di riuscire a ripagarla magari facendo qualche corso online

autospillo

  •  
  •  

#4 Magur » 2014-01-19 09:54

Ciao e grazie per i complimenti, rispondo a Maiori:
sono sicuro che un articolo sulla riparazione degli alimentatori prima o poi lo farò, devo trovare uno schema quanto più possibile universale per poter dare delle indicazioni di massima (e questa è la cosa più difficile) .
Lo metto nel promemoria delle cose da fare ;-)

Magur

  •  
  •  

#3 maiori » 2014-01-18 13:25

ciao Maurizio ti ringrazio per avermi chiarito questo mio dubbio e ti chiedo visto che come hai detto tu i commerciali si rompono spesso (io ne ho 3 rotti) non puoi darci qualche dritta su come trovare i guasti e ripararli anche per imparare qualcosa in più grazie di tutto

maiori

  •  
  •  

#2 teo53 » 2013-11-16 08:52

Ciao Maurizio,
anche questo argomento mi ha chiarito questo dubbio che mi sono sempre
chiesto, molto ben fatto chiaro e mirato.
Complimenti, sicuramente sarà molto utile a tutti.
Matteo.

teo53

  •  
  •  

#1 tibaldi » 2013-07-28 20:00

:-)

tibaldi

Collegati o registrati per inviare un commento.